Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    "Utilizzando questo sito, accetti che noi e i nostri partner si possa impostare dei cookie per personalizzare i contenuti.

    View e-Privacy Directive Documents

PDF Stampa E-mail

L’evento della Sacra Rappresentazione di
Sezze è ormai un appuntamento fisso che
da 82 anni anima il sentimento religioso di
un intero popolo nella notte del Venerdì
Santo. I diversi riconoscimenti ottenuti
negli anni dalle varie istituzioni lo hanno
reso un evento di spicco a livello nazionale
e internazionale che ogni anno si arricchisce
di nuove esperienze e ricchezze culturali e
sociali.
La Passione di Sezze è l’orgoglio di un
intero paese che ogni anno aspetta questo
grande evento al quale si partecipa con
entusiasmo e profondo sentimento, dove
ognuno mette del proprio cercando, anno
dopo anno, di curare ogni singolo elemento
che la caratterizza.
Personalmente mi sento molto vicino alla
Sacra Rappresentazione non solo come
cittadino ma anche, ormai da 40 anni
continuativi, come amministratore di
questo paese.
Un pensiero va a molti anni fa quando con
l’allora sindaco Alessandro Di Trapano
condividemmo l’importante sostegno alla
manifestazione, elemento precursore
dell’attuale rilevanza della Passione di
Cristo non solo per la città di Sezze ma per
l’intera Regione. A questo si aggiunse nel
2000 l’importante esperienza della Sacra
Rappresentazione della Passione di Cristo
in Via della Conciliazione a Roma,
fortemente voluta dal Senatore Luigi Zanda
in occasione del Giubileo che mi vide Vice-
Presidente dell’Agenzia Romana.
Un saluto a tutti coloro che operano per
questa manifestazione: ai 700 figuranti, al
presidente dell’Associazione Elio
Magagnoli, al regista Piero Formicuccia e a
tutti coloro che operano per la realizzazione
dell’evento.
Infine mi sento di porgere i miei saluti a
tutti coloro che saranno ospiti a Sezze, a
loro un augurio per una Buona Pasqua.
TITTA GIORGI
L’evento della Sacra Rappresentazione di Sezze è ormai un appuntamento fisso che da 82 anni anima il sentimento religioso di un intero popolo nella notte del Venerdì Santo. I diversi riconoscimenti ottenuti negli anni dalle varie istituzioni lo hanno reso un evento di spicco a livello nazionale e internazionale che ogni anno si arricchisce di nuove esperienze e ricchezze culturali e sociali. La Passione di Sezze è l’orgoglio di un intero paese che ogni anno aspetta questo grande evento al quale si partecipa con entusiasmo e profondo sentimento, dove ognuno mette del proprio cercando, anno dopo anno, di curare ogni singolo elemento che la caratterizza. Personalmente mi sento molto vicino alla Sacra Rappresentazione non solo come cittadino ma anche, ormai da 40 anni continuativi, come amministratore di questo paese. Un pensiero va a molti anni fa quando con l’allora sindaco Alessandro Di Trapano condividemmo l’importante sostegno alla manifestazione, elemento precursore dell’attuale rilevanza della Passione di Cristo non solo per la città di Sezze ma per l’intera Regione. A questo si aggiunse nel 2000 l’importante esperienza della Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo in Via della Conciliazione a Roma, fortemente voluta dal Senatore Luigi Zanda in occasione del Giubileo che mi vide Vice-Presidente dell’Agenzia Romana. Un saluto a tutti coloro che operano per questa manifestazione: ai 700 figuranti, al presidente dell’Associazione Elio Magagnoli, al regista Piero Formicuccia e a tutti coloro che operano per la realizzazione dell’evento. Infine mi sento di porgere i miei saluti a tutti coloro che saranno ospiti a Sezze, a loro un augurio per una Buona Pasqua.

Giovan Battista Giorgi