more
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    "Utilizzando questo sito, accetti che noi e i nostri partner si possa impostare dei cookie per personalizzare i contenuti.

    View e-Privacy Directive Documents

PDF Stampa E-mail
Sezze e la sua gente si preparano a far rivivere le scene della Sacra Rappresentazione del venerdì Santo, che tornano lungo le strade del paese come da secolare tradizione. L’atteso evento ha ottenuto quest’anno anche il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri (come ufficialmente comunicato dall’Ufficio del cerimoniale di Stato e per le onorificenze) che si va ad aggiungere all’Alto patrocinio del Senato della Repubblica. “E’ un riconoscimento che ci fa onore e ci rende orgogliosi – afferma Elio Magagnoli, presidente dell’Associazione della Passione di Cristo che organizza l’evento insieme al Comune di Sezze, e in collaborazione con la Regione Lazio – Ci tengo a ringraziare le istituzioni, in particolare il Prefetto Maurizio Falco, per la grande attenzione prestata e i rappresentanti di tutte le forze dell’ordine per la grande disponibilità e collaborazione. Abbiamo lavorato in questi mesi affinché la Rappresentazione potesse tornare in strada pur con un numero di attori e figuranti ridotto rispetto al passato, così da garantire le necessarie misure di sicurezza. Un ringraziamento a tutti gli attori che in questi giorni assiduamente hanno dedicato il loro tempo per provare le varie parti, e a tutti i membri dell’Associazione per il grande impegno”.
L’evento sarà trasmesso in diretta televisiva, a partire dalle ore 21:00, su numerosi canali televisivi a livello locale nazionale e satellitare, con visibilità in tutta Europa e in streaming in mondovisione, a cura del gruppo LAZIO TV (tutti i canali con orari sono consultabili sul sito dell’Associazione www.passionedisezze.it). Insieme al giornalista Fabio Benvenuti, la diretta televisiva avrà due ospiti: il prof. Claudio Bernardi, docente di discipline teatrali all’Università Cattolica di Milano e tra i massimi esperti di drammaturgia sacra, e Valeria Altobelli, attrice e cantante che ha partecipato a numerose trasmissioni Rai e Mediaset anche in veste di conduttrice.
Sotto il profilo artistico, confermata la presenza degli attori Franco Oppini ed Edoardo Siravo, con la regia e direzione artistica della Rappresentazione curate da Piero Formicuccia.
“Sono molto soddisfatto dell’andamento delle prove, iniziate già dal mese di febbraio, per mettere in scena venerdì santo la sacra rappresentazione della passione di Sezze – afferma Formicuccia – Nonostante il numero ridotto dei partecipanti, praticato essenzialmente per garantire il rispetto delle norme anticovid, ogni scena, ogni quadro documenta bene la verità che si vuole trasferire allo spettatore, suscitando emozione e passione. Il cambio generazionale, di per sé naturale anno dopo anno, si è ben inserito nel tessuto storico degli altri partecipanti creando la giusta integrazione tipica della realtà esperienziale del gruppo di tutti i figuranti. Segno questo che davvero i giovani tengono molto a conservare questa bella tradizione”.
newsPiccola COMUNICATO STAMPA

Sezze e la sua gente si preparano a far rivivere le scene della Sacra Rappresentazione del venerdì Santo, che tornano lungo le strade del paese come da secolare tradizione. L’atteso evento ha ottenuto quest’anno anche il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri (come ufficialmente comunicato dall’Ufficio del cerimoniale di Stato e per le onorificenze) che si va ad aggiungere all’Alto patrocinio del Senato della Repubblica. “E’ un riconoscimento che ci fa onore e ci rende orgogliosi – afferma Elio Magagnoli, presidente dell’Associazione della Passione di Cristo che organizza l’evento insieme al Comune di Sezze, e in collaborazione con la Regione Lazio – Ci tengo a ringraziare le istituzioni, in particolare il Prefetto Maurizio Falco, per la grande attenzione prestata e i rappresentanti di tutte le forze dell’ordine per la grande disponibilità e collaborazione. Abbiamo lavorato in questi mesi affinché la Rappresentazione potesse tornare in strada pur con un numero di attori e figuranti ridotto rispetto al passato, così da garantire le necessarie misure di sicurezza. Un ringraziamento a tutti gli attori che in questi giorni assiduamente hanno dedicato il loro tempo per provare le varie parti, e a tutti i membri dell’Associazione per il grande impegno”.L’evento sarà trasmesso in diretta televisiva, a partire dalle ore 21:00, su numerosi canali televisivi a livello locale nazionale e satellitare, con visibilità in tutta Europa e in streaming in mondovisione, a cura del gruppo LAZIO TV (tutti i canali con orari sono consultabili sul sito dell’Associazione www.passionedisezze.it). Insieme al giornalista Fabio Benvenuti, la diretta televisiva avrà due ospiti: il prof. Claudio Bernardi, docente di discipline teatrali all’Università Cattolica di Milano e tra i massimi esperti di drammaturgia sacra, e Valeria Altobelli, attrice e cantante che ha partecipato a numerose trasmissioni Rai e Mediaset anche in veste di conduttrice. Sotto il profilo artistico, confermata la presenza degli attori Franco Oppini ed Edoardo Siravo, con la regia e direzione artistica della Rappresentazione curate da Piero Formicuccia. “Sono molto soddisfatto dell’andamento delle prove, iniziate già dal mese di febbraio, per mettere in scena venerdì santo la sacra rappresentazione della passione di Sezze – afferma Formicuccia – Nonostante il numero ridotto dei partecipanti, praticato essenzialmente per garantire il rispetto delle norme anticovid, ogni scena, ogni quadro documenta bene la verità che si vuole trasferire allo spettatore, suscitando emozione e passione. Il cambio generazionale, di per sé naturale anno dopo anno, si è ben inserito nel tessuto storico degli altri partecipanti creando la giusta integrazione tipica della realtà esperienziale del gruppo di tutti i figuranti. Segno questo che davvero i giovani tengono molto a conservare questa bella tradizione”.
 
PDF Stampa E-mail
Locandina2022
 
PDF Stampa E-mail
Man-tv-2022
 
PDF Stampa E-mail
MisureCovid2022
 
PDF Stampa E-mail
PASSIONE DI CRISTO DI SEZZE: TORNA LA RAPPRESENTAZIONE DEL VENERDI’ SANTO NELLE VIE DEL CENTRO STORICO
SEZZE – La passione di Cristo di Sezze ritorna dal vivo nella suggestione delle strade del centro storico del paese la sera del Venerdì Santo. Dopo tre anni il grande evento che caratterizza la tradizione e la cultura di Sezze, noto a livello nazionale e internazionale, si riproporrà nella sua veste tradizionale, con le dovute attenzioni legate alle disposizioni previste dalle autorità competenti in materia di sanità e sicurezza pubblica. Al riguardo, la Sacra Rappresentazione del venerdì Santo di Sezze, pur mantenendo la sua struttura in termini artistici e di proposizione dei vari quadri del vecchio e nuovo testamento, si presenterà con un numero di attori e figuranti ridotto rispetto al passato, così da garantire le necessarie misure di distanziamento sia nella fase di preparazione e vestizione sia nella fase di recitazione processionale, come previsto dalle normative vigenti. In merito a ciò, al pubblico che potrà seguire la manifestazione lungo il percorso processionale è raccomandato di evitare situazioni di assembramento, rispettando il distanziamento, e di indossare la mascherina FFP2 in maniera precauzionale con la igienizzazione delle mani.
Al fine di consentire comunque la più ampia fruibilità dell’evento a tutti coloro che per vari motivi non saranno presenti a Sezze, l’Associazione della Passione di Cristo ha previsto una diretta televisiva dell’evento, a partire dalle ore 21:00, su numerosi canali televisivi a livello locale nazionale e satellitare, con visibilità in tutta Europa e in streaming in mondovisione, a cura del gruppo LAZIO TV. Tutti i canali con orari della diretta televisiva saranno consultabili nei prossimi giorni sul sito dell’Associazione www.passionedisezze.it
Il presidente dell’associazione della passione di Cristo di Sezze, Elio Magagnoli, ha voluto ringraziare per la grande collaborazione e disponibilità le massime autorità istituzionali, sanitarie e di pubblica sicurezza della provincia, coordinate dal prefetto di Latina, per l’attenzione mostrata nei confronti di questo grande evento. Un ringraziamento è rivolto dall’associazione al Comune di Sezze, in particolare al sindaco Lidano Lucidi, per il supporto e la sensibilità mostrata nei confronti delle esigenze della Rappresentazione della Passione di Cristo.
“Da parte nostra - afferma il presidente Elio Magagnoli - abbiamo presentato un apposito piano di sicurezza anti Covid per garantire il rispetto delle prescrizioni in materia, per quanto riguarda lo svolgimento delle prove per gli attori e figuranti e nella fase di preparazione e vestizione. Adeguato distanziamento sarà inoltre previsto nel percorso processionale all’interno dei singoli quadri e anche tra un quadro e l’altro. La Rappresentazione di Sezze, per i suoi contenuti artistici e di partecipazione emotiva da parte degli attori e del pubblico, si pone come una delle massime espressioni del genere a livello italiano ed europeo e per questo abbiamo lavorato per settimane, di concerto con le massime istituzionali e sanitarie locali, a cui rinnovo il nostro sentito ringraziamento, per poter riproporre l’evento il venerdì santo lungo le strade di Sezze.”
La regia e direzione artistica della Rappresentazione sono curate da Piero Formicuccia, che proporrà un programma di grande interesse artistico: “Ringrazio per l’impegno e la disponibilità tutti i partecipanti alla Rappresentazione – afferma Formicuccia – così come alcuni amici attori che hanno voluto dare il loro contributo artistico partecipando all’evento. Tra questi Franco Oppini ed Edoardo Siravo, nel ruolo di Pilato in due diverse scene, Roberto Fazioli, nella parte di Cristo con la Samaritana, Fabrizio Bordignon, che impersonerà il profeta Ezechiele, e Mino Sferra nella parte di Abramo. Dopo due edizioni saltate per motivi di sanità pubblica riproporremo un evento con alcune scene modificate e rivisitate ma sempre, ritengo, di grande interesse e suggestione in linea con lo spessore della nostra Rappresentazione”.
L’evento è organizzato dall’Associazione della Passione di Cristo e dal Comune di Sezze, in collaborazione con la Regione Lazio e con l’alto patrocinio del Senato della Repubblica. La realizzazione della Sacra Rappresentazione è resa possibile grazie all’impegno dei membri dell’Associazione della Passione di Cristo di Sezze, che contribuiscono a conservare e tramandare un’antica tradizione culturale.

newsPiccola PASSIONE DI CRISTO DI SEZZE: TORNA LA RAPPRESENTAZIONE DEL VENERDI’ SANTO NELLE VIE DEL CENTRO STORICO


SEZZE – La passione di Cristo di Sezze ritorna dal vivo nella suggestione delle strade del centro storico del paese la sera del Venerdì Santo. Dopo tre anni il grande evento che caratterizza la tradizione e la cultura di Sezze, noto a livello nazionale e internazionale, si riproporrà nella sua veste tradizionale, con le dovute attenzioni legate alle disposizioni previste dalle autorità competenti in materia di sanità e sicurezza pubblica. Al riguardo, la Sacra Rappresentazione del venerdì Santo di Sezze, pur mantenendo la sua struttura in termini artistici e di proposizione dei vari quadri del vecchio e nuovo testamento, si presenterà con un numero di attori e figuranti ridotto rispetto al passato, così da garantire le necessarie misure di distanziamento sia nella fase di preparazione e vestizione sia nella fase di recitazione processionale, come previsto dalle normative vigenti. In merito a ciò, al pubblico che potrà seguire la manifestazione lungo il percorso processionale è raccomandato di evitare situazioni di assembramento, rispettando il distanziamento, e di indossare la mascherina FFP2 in maniera precauzionale con la igienizzazione delle mani.
Al fine di consentire comunque la più ampia fruibilità dell’evento a tutti coloro che per vari motivi non saranno presenti a Sezze, l’Associazione della Passione di Cristo ha previsto una diretta televisiva dell’evento, a partire dalle ore 21:00, su numerosi canali televisivi a livello locale nazionale e satellitare, con visibilità in tutta Europa e in streaming in mondovisione, a cura del gruppo LAZIO TV. Tutti i canali con orari della diretta televisiva saranno consultabili nei prossimi giorni sul sito dell’Associazione www.passionedisezze.it
Il presidente dell’associazione della passione di Cristo di Sezze, Elio Magagnoli, ha voluto ringraziare per la grande collaborazione e disponibilità le massime autorità istituzionali, sanitarie e di pubblica sicurezza della provincia, coordinate dal prefetto di Latina, per l’attenzione mostrata nei confronti di questo grande evento. Un ringraziamento è rivolto dall’associazione al Comune di Sezze, in particolare al sindaco Lidano Lucidi, per il supporto e la sensibilità mostrata nei confronti delle esigenze della Rappresentazione della Passione di Cristo.
“Da parte nostra - afferma il presidente Elio Magagnoli - abbiamo presentato un apposito piano di sicurezza anti Covid per garantire il rispetto delle prescrizioni in materia, per quanto riguarda lo svolgimento delle prove per gli attori e figuranti e nella fase di preparazione e vestizione. Adeguato distanziamento sarà inoltre previsto nel percorso processionale all’interno dei singoli quadri e anche tra un quadro e l’altro. La Rappresentazione di Sezze, per i suoi contenuti artistici e di partecipazione emotiva da parte degli attori e del pubblico, si pone come una delle massime espressioni del genere a livello italiano ed europeo e per questo abbiamo lavorato per settimane, di concerto con le massime istituzionali e sanitarie locali, a cui rinnovo il nostro sentito ringraziamento, per poter riproporre l’evento il venerdì santo lungo le strade di Sezze.”

La regia e direzione artistica della Rappresentazione sono curate da Piero Formicuccia, che proporrà un programma di grande interesse artistico: “Ringrazio per l’impegno e la disponibilità tutti i partecipanti alla Rappresentazione – afferma Formicuccia – così come alcuni amici attori che hanno voluto dare il loro contributo artistico partecipando all’evento. Tra questi Franco Oppini ed Edoardo Siravo, nel ruolo di Pilato in due diverse scene, Roberto Fazioli, nella parte di Cristo con la Samaritana, Fabrizio Bordignon, che impersonerà il profeta Ezechiele, e Mino Sferra nella parte di Abramo. Dopo due edizioni saltate per motivi di sanità pubblica riproporremo un evento con alcune scene modificate e rivisitate ma sempre, ritengo, di grande interesse e suggestione in linea con lo spessore della nostra Rappresentazione”.
L’evento è organizzato dall’Associazione della Passione di Cristo e dal Comune di Sezze, in collaborazione con la Regione Lazio e con l’alto patrocinio del Senato della Repubblica. La realizzazione della Sacra Rappresentazione è resa possibile grazie all’impegno dei membri dell’Associazione della Passione di Cristo di Sezze, che contribuiscono a conservare e tramandare un’antica tradizione culturale.

 
PDF Stampa E-mail

COMUNICATO STAMPA

SEZZE OSPITERA’ LA RETE DEI SINDACI PER LA CANDIDATURA DELLA PASSIONE DI CRISTO AL PATRIMONIO IMMATERIALE UNESCO

 

SEZZE – Sarà la città di Sezze nel 2023 ad ospitare la riunione della “Rete dei sindaci” delle città italiane in cui si tengono le più importanti rievocazioni della Passione di Cristo. L’organismo, composto da circa trenta primi cittadini e presieduto dal sindaco di Caltanissetta, ha l’obiettivo di sostenere a livello istituzionale il percorso per il riconoscimento delle Rappresentazioni delle Passioni di Cristo quale patrimonio immateriale dell’Unesco.

La decisione è arrivata nel corso della riunione annuale dell’Europassione per l’Italia, il sodalizio che riunisce le maggiori associazioni attive nella rievocazione della Passione di Cristo, che si è tenuta a Viterbo lo scorso fine settimana. In quella sede è stata approvata la proposta presentata dal presidente dell’Associazione Passione di Cristo di Sezze, Elio Magagnoli, che prevede, appunto, che la periodica riunione della Rete dei Sindaci si svolga in contemporanea con l’assemblea annuale dell’Europassione per l’Italia. Nella riunione di Viterbo si è così stabilito che il primo appuntamento in tal senso si terrà proprio a Sezze, nella primavera del 2023, quando la cittadina lepina ospiterà in contemporanea l’assemblea dell’Europassione per l’Italia e la riunione della Rete dei Sindaci. Tali eventi sono stati programmati in occasione delle celebrazioni dei 90 anni della fondazione dell’Associazione della Passione di Cristo di Sezze e dalla prima rievocazione contemporanea della Passione, occasione in vista della quale il sodalizio setino sta già programmando una fitta serie di eventi.

“Sarà un onore poter ospitare a Sezze la riunione annuale della Rete dei sindaci – ha detto il presidente Elio Magagnoli nel corso del suo intervento a Viterbo - Riteniamo sia importante che i primi cittadini delle località interessate siano presenti insieme alle relative associazioni così da unire l’aspetto istituzionale a quello culturale e associativo, per dare maggiore consistenza alle attività in essere nel percorso per la candidatura Unesco”.

Il presidente Magagnoli ha quindi informato dell’esito dell’incontro di Viterbo il neo sindaco di Sezze, Lidano Lucidi, che ha espresso il suo apprezzamento.
 
PDF Stampa E-mail
newsPiccola CANDIDATURA UNESCO DELLA “RETE DELLE
PASSIONI”: SEZZE FIRMA IL PROTOCOLLO AL
MINISTERO DEI BENI CULTURALI
SEZZE – 7 FEBBRAIO 2018 - Giornata importante, storica per la città di Sezze quella di oggi.
Presso l’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia di Roma Piazza Marconi, 28 città distribuite in quasi tutte le regioni d’Italia hanno stilato un protocollo d’Intesa tra di loro e con l’Associazione Europassione per l’Italia, il quale andrà a implementare il dossier per la proposta di Candidatura al Riconoscimento del Patrimonio Immateriale dell’Umanità dell’Unesco, così come da indirizzo del responsabile tecnico-scientifico del progetto, dottoressa Patrizia Nardi.
Per la città di Sezze erano presenti il sindaco, Sergio Di Raimo, il presidente dell’Associazione della Passione di Cristo di Sezze, Elio Magagnoli, e il regista Piero Formicuccia.
Si tratta di un Accordo di valorizzazione e della costituzione della “Rete dei Sindaci delle Passioni di Cristo”, che ha l'obiettivo di sostenere le azioni di tutela e di salvaguardia in favore di questo peculiare elemento identitario della cultura della tradizione italiana ed europea trasmessa per secoli dalle comunità delle forme di teatro e dei riti legati alla Settimana Santa. La tutela e la conservazione degli elementi
materiali legati a queste performance, la valorizzazione, la promozione e la trasmissione dell'immaterialità dell'elemento attraverso l’organizzazione di eventi culturali, seminari, mostre ed attività di trasmissione costituiscono i punti fondanti del protocollo. L'iter, che Europassione per l’Italia ha messo in atto negli ultimi anni in favore del percorso di candidatura, sostenuto da tutti i sodalizi europei di Europassion - Passio Domini in Europe, raggiunge perciò un'altra importante tappa avvicinandosi al completamento del dossier e delle azioni condivise programmate dalle comunità. A Roma, in quello che è il tempio del patrimonio culturale immateriale italiano, accolte dal direttore dott. Leandro Ventura e dal funzionario antropologo dott.ssa Stefania Baldinotti, erano presenti tutte le Istituzioni firmatarie del Protocollo con le delegazioni delle Associazioni che fanno parte di “Europassione per l’Italia”, il suo presidente dott. Flavio Sialino ed il referente delle comunità per il progetto UNESCO dott. Gianluca Paternoster. Alla presenza del direttore Ventura e della responsabile di progetto, Patrizia Nardi, il sindaco di Sezze ha sottoscritto
l'importante protocollo insieme alle città di: Alghero (SS), Apecchio (PU), Barile (PZ), Caltanissetta, Castelsardo (SS), Cantiano (PU), Cianciana (AG), Fagagna (UD), Gubbio (PG), Erto (PN), Bagno a Ripoli (FI), Loreto (AN), Lizzano (TA), Maenza (LT), Oppido Lucano (PZ), Oria (BR), Pove del Grappa (VI), Quarona (VC), Romagnano Sesia (NO), Sassari, Sordevolo (BI), Terranova di Sibari (CS), Tiriolo (CZ), Torre S. Susanna (BR); Trabia (PA). Per le associazioni invece, erano presenti i vari delegati. “Per la città di Sezze è un momento importante – afferma il sindaco Sergio Di Raimo – una opportunità per portare ala nostra grande tradizione all’attenzione internazionale. La candidatura Unesco è un obiettivo straordinario di valorizzazione della nostra cultura anche in chiave turistica, un percorso che coinvolge l’intera
cittadinanza”.
“La Passione di Cristo di Sezze è stata inserita nel percorso per il riconoscimento da parte dell’Unesco quale patrimonio culturale immateriale italiano – afferma il presidente Elio Magagnoli – una attività di valorizzazione in cui crediamo molto e che ci vede impegnati da diversi anni. Con la firma del protocollo tra le città aderenti alla “Rete delle Passioni di Cristo”, anche il Comune di Sezze diventa parte attiva del percorso Unesco così come l’intera comunità di Sezze”.




 
PDF Stampa E-mail
newsPiccola  CANDIDATURA UNESCO PER IL PATRIMONIO CULTURALE IMMATERIALE: DOMANI LA FIRMA DEL PROTOCOLLO AL MINISTERO DEI BENI CULTURALI
SEZZE – 5 FEBBRAIO 2018 - E' in programma domani mattina a Roma una tappa importante per la candidatura della Passione di Cristo di Sezze quale patrimonio culturale immateriale Unesco. Negli uffici del Ministero dei Beni Culturali, presso la sede dell'Istituto centrale per la Demoetnoantropologia Museo delle Arti e Tradizioni popolari, in piazza Marconi a Roma, sarà firmato alle ore 11,00 il protocollo d'intesa tra i sindaci delle 25 città italiane aderenti a "Europassione per l'Italia", vale a dire la rete delle associazioni che portano avanti i riti e le rappresentazioni della Passione di Cristo.
Alla firma del protocollo, insieme al sindaco di Sezze, Sergio Di Raimo, sarà presente il presidente dell'Associazione della Passione di Cristo di Sezze, Elio Magagnoli.
Il documento che sarà firmato domani è parte integrante del dossier di candidatura da presentare all'Unesco, percorso che sta entrando nella sua fase decisiva dopo vari anni di lavori preparatori coordinati dalla dott.ssa Patrizia Nardi, focal point Unesco e responsabile tecnico-scientifico.
Il complesso percorso di candidatura Unesco è iniziato nel 2013 e in questi anni sono state effettuate numerose attività ed iniziative per definire, insieme all'antropologa catalogatrice Luisa Vietri, le linee guida della catalogazione, allo scopo di condividere consapevolmente il percorso di valorizzazione nazionale ed internazionale, istituito con l'art.18 dalla Convenzione UNESCO per la salvaguardia del Patrimonio culturale immateriale del 2003.
"Siamo orgogliosi che la Passione di Cristo di Sezze sia stata inserita nel percorso per il riconoscimento da parte dell'Unesco quale patrimonio culturale immateriale italiano – afferma il presidente Elio Magagnoli – Da diversi anni stiamo portando avanti una complessa attività di valorizzazione per il quale abbiamo creato un apposito gruppo di lavoro interno. Con la firma del protocollo tra le città aderenti alla "Rete delle Passioni di Cristo", anche il Comune di Sezze diventa parte attiva del percorso Unesco così come l'intera comunità di Sezze, chiamata nei prossimi anni a svolgere un ruolo di primo piano. Questa candidatura costituisce un'importante prospettiva di valorizzazione della Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo di Sezze, una realtà certamente conosciuta in Italia e nel mondo".
 
PDF Stampa E-mail
newsPiccola Di seguito la foto dell'incontro tra la delegazione dell'Associazione della Passione di Cristo e il Santo Padre durante l'udienza dello scorso mercoledì 16 marzo 2016.
papa4
Clicca qui per il resto delle foto.
 
penetration porn mobile virtualreal.porn joi-me.com youjizz