Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    "Utilizzando questo sito, accetti che noi e i nostri partner si possa impostare dei cookie per personalizzare i contenuti.

    View e-Privacy Directive Documents

PDF Stampa E-mail

Sezze, una cittadina ricca di storia, di arte, di cultura e tradizioni, queste ultime si tramandano di generazione in generazione, dal passato al presente con grande slancio per raggiungere un futuro ancora più ricco. In questo quadro si identifica sicuramente la Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo di Sezze che, nell’aver percorso un ricco
e prestigioso passato, approda in un presente di straordinaria bellezza. 
Un presente che sicuramente sarà la storia di domani, costruita da tutti i cittadini di Sezze, sia  da coloro che sono i figuranti della Sacra Rappresentazione che da coloro che assistono ad essa, perché tutti, in ogni caso, si sentono protagonisti ed orgogliosi di essere setini.
La straordinaria energia che in questi ultimi tempi la nostra cittadina ha messo in campo ha fatto in modo che  l’evento della Passione di Sezze giungesse a Roma per ben tre volte, andasse verso orizzonti al di fuori della propria nazione approdando a Santiago de Compostela,  per  poi giungere ad Assisi percorrendo quelle strade che furono di  San Francesco.
In questo anno, 2011, siamo stati straordinariamente onorati dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.
Il Capo dello Stato, quale segno di apprezzamento e di ideale vicinanza, ha disposto di conferire all’evento della Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo una Speciale Medaglia Celebrativa che è stata trasmessa insieme ad un fervido augurio di miglior successo.
In qualità di Presidente dell’Associazione, desidero ringraziare il Capo dello Stato per il prestigioso riconoscimento conferito, altresì ringrazio gli Enti, le  Istituzioni e tutti coloro che sostengono tale evento; esprimo gratitudine alle tante persone che concorrono alla realizzazione della Sacra Rappresentazione e rivolgo un benvenuto a tutti coloro che quest’anno assisteranno al dramma sacro.


Il Presidente dell'Associazione della Passione di Cristo 

Elio Magagnoli