Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    "Utilizzando questo sito, accetti che noi e i nostri partner si possa impostare dei cookie per personalizzare i contenuti.

    View e-Privacy Directive Documents

PDF Stampa E-mail

 

Si rinnova l’appuntamento con la Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo, un evento religioso di risonanza nazionale ed internazionale che continua a dare lustro alla città.
La nostra presenza a Santiago di Compostela, avvenuta nel 2010 in occasione dell’Anno Giubilare Giacobeo, è un segno evidente di come Sezze sia ormai identificata a livello mondiale come città della passione.
Quest’anno, invece, la Sacra Rappresentazione partecipa ai festeggiamenti della Pasqua ad Assisi, sfilando davanti alla Basilica di Santa Maria degli Angeli.
Un evento davvero straordinario per la cristianità, dal momento che la prima rappresentazione sacra, che prevedeva l’intervento di esseri umani “figuranti”, fu proprio il presepe vivente voluto da San Francesco d’Assisi nella notte di Natale del 1223 a Greccio.
Un’antica tradizione quella della Passione del Venerdì Santo, che nel tempo ha saputo mantenere il suo profilo evocativo e simbolico, pur arricchendosi di elementi innovativi grazie al lavoro degli organizzatori e di tutti coloro che, nei diversi ruoli, contribuiscono alla realizzazione di questa manifestazione.
Rinnovo i miei ringraziamenti alle istituzioni che continuano a dimostrarci la loro vicinanza ed il loro sostegno, al Presidente dell'Associazione della Passione di Cristo Elio Magagnoli e al registra Piero Formicuccia.
La mia stima più profonda è rivolta soprattutto ai ciddadini di Sezze, alle donne e agli uomini che, ancora una volta, daranno vita a un grande spettacolo dal profondo sentimento religioso, capace di suscitare al suo pubblico sempre grandi emozioni.

 

 

Il Sindaco del Comune di Sezze

Andrea Campoli