Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    "Utilizzando questo sito, accetti che noi e i nostri partner si possa impostare dei cookie per personalizzare i contenuti.

    View e-Privacy Directive Documents

PDF Stampa E-mail

La Rappresentazione della Passione di Cristo è una tra le più belle manifestazioni culturali e religiose che Sezze ha saputo,  nei diversi anni, consegnare alla storia del popolo setino che con tanta gelosia è riuscito a conservare e valorizzare.
La Passione di Cristo e la sua Resurrezione sono due eventi della storia che accomunano tutti i cristiani del mondo, per sentirsi tutti, insieme a Lui,  umanamente immersi nel dolore materno e creature dello stesso disegno del Padre. Alla Passione di Sezze vi partecipano come attori o figuranti più di seicento cittadini che si sentono doppiamente impegnati e responsabili affinché non venga mai meno la  qualità artistica e storica. Convergono insieme durante l’allestimento molti sentimenti e nello stesso tempo tanti obiettivi e finalità artistiche, religiose e  sociali. L’emozione di allestire ogni anno la Rappresentazione travalica ogni fatica e va oltre tutte le difficoltà che si incontrano durante i mesi della sua preparazione. Quest’anno, il 13 marzo, in occasione dell’anno Giacobeo, alcuni quadri della Passione di Cristo sono stati rappresentati a Santiago di Compostela (Spagna). E’ stata questa una grande soddisfazione ed un momento di forte riconoscimento dell’importante e serio lavoro portato avanti dalla regia e da tutta l’Associazione, per la qualità artistica che ha posto Sezze in primo piano sia nella Regione Lazio che in Italia. L’apprezzamento e la gratificazione per tutti i protagonisti, attori e non, deriva dal fatto di “esserci” e  nel contribuire a conservare sempre “questa illustre tradizione”.

Il direttore artistico e regista della Sacra Rappresentazione

Dr. Piero Formicuccia